Un movimento messo fuori legge

La fortuna di non avere uno stato è che non devi comportarti come uno stato: ecco i limiti che la Spagna deve affrontare con il Catalangate, che sono gli stessi limiti con cui deve far fronte con la causa degli esiliati o con tutti gli eccessi repressivi

Spiati oltre 60 politici indipendentisti

Il governo spagnolo sta affrontando questa settimana una delle crisi politiche più gravi della legislatura. Lo scandalo del presunto spionaggio di 63 dirigenti indipendentisti catalani e baschi, rivelato dal periodico statunitense The New Yorker, rischia di rompere la maggioranza

La domanda retorica della ministro Robles

Per giustificare lo spionaggio contro la classe politica indipendentista catalana (Catalangate), la ministra spagnola della Difesa e responsabile dei servizi segreti, Margarita Robles, ieri si domandava cosa avrebbe dovuto fare la Spagna dopo un referendum di autodeterminazione in Catalogna e la conseguente dichiarazione di indipendenza.

I ribelli catalani in attesa

I ribelli catalani in attesa. Indagine sulla disobbedienza civile e l’indipendenza della Catalogna. Più del 70% degli attivisti indipendentisti catalani prenderebbe parte ad azioni di disobbedienza civile per raggiungere l’indipendenza della Catalogna.

Lo schiaffo del Consiglio d’Europa

Se nell’ultimo rapporto presentato dal prestigioso settimanale The Economist, lo scorso febbraio, la Spagna era diventata una democrazia claudicante – l’Economist Intelligence Unit l’ha declassata   ritenendo che non potesse più far parte dei paesi considerati a piena democrazia –

Torna su