“Abbiamo urgentemente bisogno di uno stato proprio”

Junqueras: ‘Abbiamo urgentemente bisogno di uno stato proprio per affrontare coraggiosamente le riforme per il nuovo mondo a venire’

Afferma che abbiamo potuto constatare di nuovo che lo stato spagnolo non è utile per i cittadini della Catalogna

Oriol Junqueras uscendo dalla prigione di Lladoners

 

Vilaweb.cat   Redazione – 14.04.2020

 

Il vicepresidente del precedente governo catalano Oriol Junqueras (ora in carcere) sostiene che la Catalogna ha “urgentemente” bisogno di uno stato proprio in grado di affrontare “con coraggio” le riforme necessarie al nuovo mondo che verrà dopo il Covid-19. Aggiunge che bisogna iniziare esercitando il diritto all’autodeterminazione. In un articolo pubblicato su La Vanguardia, conclude che la crisi del coronavirus ha nuovamente dimostrato che la Spagna non è utile ai cittadini della Catalogna. Per questo motivo, aggiunge che la necessità di costruire una repubblica catalana oggi è “una rivendicazione ancora più urgente ed essenziale che mai”. In concomitanza con l’anniversario della 2° Repubblica spagnola (14 aprile), Junqueras ha criticato lo stato come “lento a reagire, centralista, nazionalista, militarista, oligopolista e disperatamente inefficiente”.

Junqueras inizia l’articolo intitolato “Costruire la Catalogna del bene comune”, sostenendo che il suo partito difende la costruzione di una repubblica catalana da oltre 89 anni, che “servirà meglio i cittadini del paese, creando uno stato più giusto, libero e prospero “. Un obiettivo che, secondo lui, come presidente del partito ERC, nel bel mezzo della pandemia e della crisi economica e sociale che iniziamo a intravedere, “è una rivendicazione ancora più urgente ed imprescindibile che mai”.

Il presidente di ERC ha accusato la gestione del governo spagnolo nella crisi del coronavirus. Gli rimprovera di non ascoltare gli esperti, ma solo le aziende dell’IBEX, la monarchia e l’esercito. “Il governo non agisce con lo scopo principale di affrontare la crisi sanitaria, ma usa la propaganda, la bandiera e la costruzione di una nuova toppa per salvare il regime, come già successe nel 1977”, ha lamentato.

Per Junqueras, l’esempio della Germania mostra che il coordinamento tra le regioni, e non la ricentralizzazione dei poteri, è il modo giusto di gestire la crisi. E ha contrapposto le azioni del governo di Pedro Sánchez con quello del governo catalano che, secondo Junqueras, “sta facendo assolutamente di tutto per salvare il maggior numero di vite possibile”. “Il governo catalano è di nuovo alla guida e mostra ancora una volta la sua efficienza e affidabilità, in particolare i dicasteri maggiormente colpiti dalla pandemia”, ha affermato.

In questo contesto, Junqueras ha rivendicato la gestione del partito ERC (che governa in Catalogna in coalizione), e ha sottolineato gli investimenti nelle politiche sanitarie e sociali degli ultimi anni, “con lo scopo di invertire la tendenza ai tagli che erano stati fatti dai precedenti governi”. D’ora in poi, secondo Junqueras, si apre un “nuovo scenario” dopo il coronavirus. Ha sostenuto che bisogna costruire un’alternativa “dalla socialdemocrazia che consenta di porre le persone al centro ed eviti di far pagare la crisi ai soliti”.

Dobbiamo costruire uno stato sociale di primo livello rafforzando i poteri democratici di fronte alle lobby e gli oligopoli, dando priorità alla vita, un nuovo stato sociale che offra protezione a tutti i cittadini: economica, sanitaria, educativa, ambientale o abitativa, e che metta al centro la prosperità condivisa scommettendo sui settori economici che generano ricchezza per l’intera società. In breve, uno stato al servizio della gente”, ha detto.

Junqueras conclude l’articolo dicendo che la Catalogna ha urgente bisogno di uno stato proprio attraverso l’esercizio dell’autodeterminazione e sollecita a creare l’opportunità di ricostruire il paese dei nostri sogni. ‘Una repubblica di tutti e per tutti, al pari degli stati sociali più avanzati. Siamo pronti, ne abbiamo le capacità, ne abbiamo tutto il diritto ”, aggiunge.

 

* traduzione  Àngels Fita-AncItalia

https://www.vilaweb.cat/noticies/junqueras-necessitem-urgentment-un-estat-propi-per-afrontar-amb-valentia-les-reformes-que-calen-pel-mon-que-ens-ve/

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su