Voto per la Catalogna indipendente. Condannato il leader Artur Mas

La Corte ha condanato il leader a due anni di sospensione dai pubblici uffici. Il riferimento è alla consultazione del 9 novembre 2014 per il distacco da Madrid
Il Corriere della Sera  13.03.2017

14.0.209957799-0012-k1BI-U432909944323282SH-593x443@Corriere-Web-Sezioni
Artur Mas

L’ex-presidente della Catalogna il secessionista Artur Mas è stato condannato a due anni di interdizione dai pubblici uffici per «disobbedienza» alla Corte costituzionale spagnola per avere promosso nel 2014 un referendum consultivo sulla indipendenza. Assieme a Mas sono state condannate le ex consigliere Irene Rigau e Joana Ortega. La condanna è molto inferiore alla richiesta avanzata dall’accusa, che aveva sollecitato per il leader indipendentista 10 anni di sospensione. La sentenza fa riferimento alla consultazione svoltasi in Catalogna il 9 novembre del 2014 e alla quale presero parte 2 milioni e 300 mila cittadini (l’80% si espresse a favore del distacco dal governo di Madrid). Quattro giorni prima, Artur Mas , allora presidente del governo catalano aveva ricevuto un’ingiunzione dalla Corte Costituzionale che imponeva di sospendere il referendum. L’imputato dovrà versare anche 36mila euro.

Posted in

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su